shelove

Quali sono i preliminari migliori prima di un rapporto sessuale?

Pubblicato il Pubblicato in Blog

I preliminari rappresentano una dinamica particolarmente edificante e importante all’interno di un rapporto sessuale. Si tratta di un momento specifico di grande importanza, che caratterizza tutto ciò che è precedente alla nascita del rapporto sessuale stesso e che, allo stesso tempo, permette di stimolare particolarmente i due partner, che si ritrovano ad intraprendere dei piccoli rapporti sessuali caratterizzati da stimoli di piacere e, talvolta, raggiungimento dell’orgasmo, soprattutto da parte di un uomo. Le diverse ricerche che sono state effettuate in merito hanno portato a dimostrare che i preliminari siano incredibilmente apprezzati da parte dei partner, a causa della portata erotica che questi stessi hanno. Ma quali sono i preliminari maggiormente amati e migliori prima di intraprendere un rapporto sessuale? Ecco tutto ciò che c’è da sapere in merito e, soprattutto, quali sono i migliori.

Sesso orale

Uno dei preliminari migliori che caratterizza un rapporto tra due partner prima del sesso vero e proprio è, sicuramente, il sesso orale. Si tratta di quel preliminare che maggiormente è apprezzato da parte degli uomini e che è in grado di coinvolgere particolarmente anche le donne, in una dinamica di relazione tra i partner che porta entrambi a godere particolarmente di questo tipo di rapporto. È ovvio che il sesso orale possa verificarsi sia da parte dell’uomo nei confronti della donna, sia a parti invertite, ovvero attraverso la pratica di una fellatio. 

A proposito di questa stessa, dei sondaggi dimostrano che oltre il 70% delle donne ha praticato, almeno una volta, una fellatio nell’ambito di un rapporto sessuale. Questo motivo, non si fa fatica a parlare di una pratica erotica particolarmente amata all’interno delle relazioni e nell’ambito dei rapporti sessuali, che porta entrambi i partner a godere. E’ ovvio che, per l’occasione, bisognerà sperimentare delle posizioni soddisfacenti al fine di proseguire con il rapporto sessuale nel migliore dei modi. La più indicata è, neanche a dirlo, quella del 69.

Stimolazione delle zone erogene

Se si parla di preliminari che vengono adottati nell’ambito di un rapporto sessuale, di sicuro una delle pratiche erotiche fondamentali è quella che porta alla stimolazione delle zone erogene. Affinché i preliminari siano esplosivi e soprattutto garanzia di un grande piacere da parte dei due partner, è fondamentale instaurare un ottimo legame da parte dei due partner stessi, che non per forza sia originato da una solida e salda relazione tra i due dal punto di vista sentimentale. In effetti, la complicità e il rapporto che si ottiene attraverso il sesso è un qualcosa di unico, e può essere acquistato attraverso un’intimità che deriva da alcune pratiche che i due partner esercitano.

Tra queste c’è sicuramente quella della stimolazione delle zone erogene, che, se conosciute nel dettaglio e se stimolate nel modo giusto, attraverso baci, carezze e tocchi piuttosto erotici, possono portare i partner ad impazzire di piacere, e ad eccitarsi particolarmente prima di un rapporto sessuale. Le zone erogene particolarmente efficaci in tal senso sono quelle dei genitali, del collo, del petto, dell’inguine, dei glutei e soprattutto della nuca e delle orecchie. Per questo motivo, molti partner effettuano massaggi sensuali con oli profumati o si dedicano a carezze e baci piuttosto sensuali che possono portare allo stimolo di piaceri prima del sesso.

L’importanza dei baci

Se si parla di preliminari, una funzione molto importante è dettata dall’utilizzo ed all’importanza dei baci, che caratterizzano un qualcosa di estremamente erotico nell’ambito di un rapporto sessuale e non solo. Se superficialmente si può pensare che i baci siano fondamentali soltanto su alcune parti del corpo nello specifico, in realtà la scienza dimostra che sono parecchie le zone erogene del corpo, soprattutto quello maschile.

Per questo motivo, quando si osservano dei prodotti o dei video come quelli presenti su italianoxxx, si può notare come il partner interviene proprio su quelle zone erogene, che secondo la scienza sono ben 41 sul corpo maschile. Ciò porta a pensare che baci e carezze non debbano essere soltanto finalizzate a quei punti convenzionali del corpo maschile, ma anche verso zone piuttosto particolare come gomiti, nuca, orecchie e soprattutto mani.